La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Quando le parole non bastano

Lascia un commento

“Un’immagine vale più di mille parole”: facendo divulgazione scientifica si impara anche questo. E… se si mettono molte immagini insieme, in rapida successione? Nasce un video, con possibilità che un testo nemmeno si immagina: raccontare il divenire sotto gli occhi di chi guarda, spiegare un fenomeno, mostrare come funziona uno strumento.

Oltre alle immagini, la voce è un mezzo formidabile: le stesse parole, pronunciate con toni differenti, convogliano messaggi diversi. Pensiamo a quando ci raccontavano le fiabe: provavamo gioia, curiosità, persino paura, solo grazie alle camaleontiche possibilità della voce.

Quando poi aggiungiamo anche un po’ di musica, il gioco è fatto: se saremo riusciti ad azzeccare il giusto mix tra tema, immagini, suoni e racconto, il lettore, diventato ora spettatore, ci seguirà affascinato.

Per raccontare qualcosa che direttamente, a occhio nudo, non ci è possibile vedere, il video sembra quindi il mezzo più indicato…

Annunci

Autore: Giulia Negri

Comunicatrice della scienza, grande appassionata di animali e mangiatrice di libri. Nata sotto il segno dell'atomo, dopo gli studi in fisica ha frequentato il Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” della SISSA di Trieste. Ama le videointerviste e cura il blog di recensioni di libri e divulgazione scientifica “La rana che russa” dal 2014. Ha lavorato al CERN, in editoria scolastica e nell'organizzazione di eventi scientifici; gioca con la creatività per raccontare la scienza e renderla un piatto per tutti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...