La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Profumo di libro

2 commenti

I libri… Sai cosa ti dico? Chi li ha creati… deve essere stato proprio un genio. Le pagine, le pagine sono tutto, lo sai? Hai mai affondato il naso in una montagna di pagine fruscianti sognando di addormentartici sopra?

Mi piace immaginare Al Pacino, con la voce di Giancarlo Giannini, parlare così dei libri, invece che delle donne.
Aspettare questo libro è stato come presentarsi in anticipo a un appuntamento con una bella ragazza: sai che arriverà, ma non conosci il momento esatto. Continui a scrutare l’orologio, il tempo scorre lento, lei non arriva. Poi, d’improvviso, eccola: provi a fare l’indifferente, ma non riesci, non puoi nascondere come tutta la tua attesa e la tua impazienza si siano trasformate in sorriso e batticuore.

Apri la mail.

Non è come aspettare un pacco con il corriere. Non è come aprirlo con trepidazione, ritrovarsi la copertina davanti e far scorrere le pagine perdendosi nel loro morbido fruscio. Il romanticismo deve scontrarsi con la praticità. Ma l’e-book ora è tra le mie man…ehm, file. Far parte di questa “squadra” dà un senso di esclusività molto forte. Il libro è un po’ donna: il rossore, l’emozione di essere i primi sono sensazioni impossibili da replicare. Scorri il dito sullo schermo con languore.

«L’uomo porta dentro di sé le sue paure bambine per tutta la vita.
Arrivare a non avere più paura, questa è la meta ultima dell’uomo».

Italo Calvino

«Le ombre sono tutto quello che abbiamo per mostrare a noi stessi le innumerevoli forme che la luce può creare».

Adam Gopnik

Ero morto, non c’erano altre spiegazioni.

E lì, ti fermi.

Continua…

Annunci

Autore: giuliavnegri

Laureata in fisica, grande amante degli animali e lettrice compulsiva, sta cercando di abbandonare le formule per dilettarsi con le parole: da gran chiacchierona qual è, le risultano certo più congeniali. Al suo primo blog dedicato alla divulgazione scientifica, è alla ricerca di modi efficaci e congeniali per rendere la scienza un "piatto" per tutti.

2 thoughts on “Profumo di libro

  1. Pingback: Bis nella squadra di lancio: scoprirò in anteprima perché “Non guardare nell’abisso” | La rana che russa

  2. Pingback: La capacità di resistere | La rana che russa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...