La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Bis nella squadra di lancio: scoprirò in anteprima perché “Non guardare nell’abisso”

1 Commento

Che dire: evviva! La mia avventura libresca con la rana aveva avuto inizio proprio con il primo thriller di Massimo Polidoro, “Il passato è una bestia feroce” (di cui ho scritto qui, qui, qui e infine qui). Era la prima volta che leggevo un libro in anteprima e l’idea mi elettrizzava.

Squadra di lancio

Da allora, pagine e pagine sono passate “sotto i ponti”, ho letto e recensito diversi libri, a volte famosi, a volte semisconosciuti, sempre a modo mio, con la mia personale “r” moscia. Eppure… Quando Massimo ha scritto che stava per ultimare il suo secondo thriller e che anche per questo avrebbe selezionato una squadra di lancio, sono stata percorsa dallo stesso brivido. Dovevo riuscire a farne parte. Il caso mi è stato amico, ed eccomi qui: ancora ad aspettare l’arrivo della fatidica mail, pacchetto infiocchettato digitale dove troverò il secondo capitolo della storia di Bruno Jordan.

Se per il primo libro mi ero dovuta dividere tra lettura e studio per gli esami di fisica e matematica, ora il secondo si contenderà le ore di sonno con le consegne per il Master in Comunicazione della Scienza: per fortuna mi sono abituata a dormire poco, quando serve. So già che Perpetua* avrà la meglio. A breve tutte le novità!


* Per i nuovi arrivati: sono una persona dalla curiosità famelica e assillante, perciò ho deciso di dare un nome a questa mia perenne compagna di viaggio. Perpetua, appunto.

Annunci

Autore: Giulia Negri

Comunicatrice della scienza, grande appassionata di animali e mangiatrice di libri. Nata sotto il segno dell'atomo, dopo gli studi in fisica ha frequentato il Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” della SISSA di Trieste. Ama le videointerviste e cura il blog di recensioni di libri e divulgazione scientifica “La rana che russa” dal 2014. Ha lavorato al CERN, in editoria scolastica e nell'organizzazione di eventi scientifici; gioca con la creatività per raccontare la scienza e renderla un piatto per tutti.

One thought on “Bis nella squadra di lancio: scoprirò in anteprima perché “Non guardare nell’abisso”

  1. Pingback: Troppo tardi, ho guardato: basta una sbirciata e l’abisso ti cattura | La rana che russa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...