La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Per chi viaggia, ha viaggiato o viaggerà da sola

Lascia un commento

Un richiamo a cui faccio davvero fatica a non cedere è quello di entrare almeno in una libreria di una città che non conosco. Sono molto curiosa di vedere quali proposte ci sono, soprattutto nella sezione di scienza. Quello che mi ha colpita ad Arezzo mentre facevo la turista, però, era un libro un po’ diverso. Dopo aver scandagliato diverse sezioni, mi sono messa alla ricerca di qualcosa di breve: volevo compagnia durante la cena. E, dopo un po’ di tempo passato a frugare tra i titoli, mi è capitato “Io viaggio da sola”.

io-viaggio-da-sola

Pur essendo fidanzata, mi è capitato spesso di viaggiare sola e di trovarmi in città lontane da casa in compagnia di me stessa. Quindi, complici le piccole dimensioni e l’ironia della quarta di copertina, mi sono lasciata convincere, tradendo la lettura già in corso (“Lupi e uomini”, di cui scriverò a breve). Tolte alcune brevi parti, che ho trovato trasudanti stereotipi in maniera anche un po’ fastidiosa, è una lettura leggera, piacevole, scorrevole, che può tenervi compagnia mentre sorseggiate l’aperitivo, cenate in solitaria, o siete su un treno. Alcune trovate, alcune frasi e considerazioni vi faranno sorridere, ma si può anche trarre un grande insegnamento da questo libro, sintetizzabile in queste frasi, che ho apprezzato molto (e addirittura sottolineato).

E così, senza farci caso, ho preso altre due decisioni importanti.

La prima: forse è meglio mangiare le ostriche in due invece che da soli, ma non mangiarle del tutto è ancora peggio.

La seconda: se la tristezza ti deve fare da commensale, tanto vale invitarla in un buon ristorante piuttosto che a una tavola calda.

Viaggiare da soli non deve essere un ripiego, un “intermezzo triste o avventuroso tra viaggi a due”. Capire questo diventa importante per smettere di rimandare visite a musei, panorami o ristoranti in cui vorremmo tornare in compagnia: quelle occasioni potrebbero ricapitare, oppure no, quindi perché non togliersi qualche sfizio?

Mi sono ritrovata in alcune delle “tecniche” di Maria Perosino, dalla preparazione del bagaglio al modo di gironzolare in una città sconosciuta. Credo che sperimenterò il suo metodo per non essere relegata nei peggiori tavoli al ristorante. Un libro assolutamente da leggere se viaggiare sole vi mette un po’ tristezza: tenetevi compagnia con queste pagine, rivaluterete il vostro soggiorno e riuscirete a vederlo sotto una luce diversa. Se siete uomini, questo libro potrebbe farvi comprendere alcune delle difficoltà che incontriamo in viaggio. Unico avvertimento: leggete il capitolo “L’altra metà del cielo” solo se siete dotati di profonda autoironia. È davvero molto ricco di stereotipi. Ma, in altre parti, l’autrice si fa perdonare con considerazioni molto più originali.

NdR: l’aspetto divertente è che, alla fine, sono riuscita a leggerlo solo mentre bevevo l’aperitivo. A cena ho trovato una coppia molto simpatica nel tavolo in fianco al mio, quindi, da brava viaggiatrice solitaria, ho attaccato bottone, passando una serata di conversazioni interessanti e ritardando di molto il ritorno a Perugia, rispetto alla tabella di marcia che avevo deciso. Sarebbe successo, se non fossi stata sola?

Advertisements

Autore: giuliavnegri

Laureata in fisica, grande amante degli animali e lettrice compulsiva, sta cercando di abbandonare le formule per dilettarsi con le parole: da gran chiacchierona qual è, le risultano certo più congeniali. Al suo primo blog dedicato alla divulgazione scientifica, è alla ricerca di modi efficaci e congeniali per rendere la scienza un "piatto" per tutti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...