La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Animali in città: tornare bambina, con uno scrittore d’eccezione

Lascia un commento

Sono sempre stata una grande fan di Quark/Superquark: rimanevo impalata davanti a tutti i documentari, affascinata dalle parole di Piero Angela. Ma un’altra persona che ricordo con grandissima ammirazione era Danilo Mainardi: l’etologo, con i suoi disegni, la sua voce calma e gentile e le sue spiegazioni interessanti ha avuto una grandissima influenza sul mio amore per gli animali. Quando ho trovato questo libro, quindi, non ho saputo resistere.

La città degli animali

È stata davvero una lettura piacevolissima. Il divulgatore ha affrontato un argomento sul quale non mi ero mai fermata a riflettere: come gli animali stiano adattando la propria vita e le proprie abitudini alle città. Con passione e competenza spiega come molti esseri viventi non vedano gli agglomerati urbani come una minaccia, ma come una potenziale risorsa da sfruttare. Diversi animali selvatici riescono a trarre beneficio dalla quantità di cibo a disposizione e dalla molteplicità di tipologie di nascondiglio, adattandosi “plasticamente” a riempire la propria nicchia. Così volpi e cinghiali, rapaci e roditori vengono avvistati sempre più spesso, fino a quando diventeranno nostri vicini abituali. Stessa cosa per gli amici dell’uomo più assidui e fedeli, cani e gatti: anche loro si stanno adattando alle nuove realtà cittadine, o, almeno, ci stanno provando.

Tra le righe, in alcune parti in modo più esplicito che in altre, emerge il desiderio, la speranza di Mainardi. L’etologo è convinto che una migliore conoscenza dei comportamenti e delle esigenze dei nuovi cittadini gioverebbe al fine di raggiungere una pacifica e rispettosa convivenza.

Un libro, quindi, per guardarsi attorno mentre si passeggia per la città, alla ricerca di nuovi abitanti, e per guardare con occhi diversi gli animali che si incontrano e con cui viviamo.

Advertisements

Autore: giuliavnegri

Laureata in fisica, grande amante degli animali e lettrice compulsiva, sta cercando di abbandonare le formule per dilettarsi con le parole: da gran chiacchierona qual è, le risultano certo più congeniali. Al suo primo blog dedicato alla divulgazione scientifica, è alla ricerca di modi efficaci e congeniali per rendere la scienza un "piatto" per tutti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...