La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi


Lascia un commento

Animali in città: tornare bambina, con uno scrittore d’eccezione

Sono sempre stata una grande fan di Quark/Superquark: rimanevo impalata davanti a tutti i documentari, affascinata dalle parole di Piero Angela. Ma un’altra persona che ricordo con grandissima ammirazione era Danilo Mainardi: l’etologo, con i suoi disegni, la sua voce calma e gentile e le sue spiegazioni interessanti ha avuto una grandissima influenza sul mio amore per gli animali. Quando ho trovato questo libro, quindi, non ho saputo resistere.

La città degli animali Continua a leggere


Lascia un commento

La nostra storia, da un punto di vista particolare (e privilegiato)

Una cosa che mi ha sempre annoiata profondamente dei libri di storia era la loro asetticità: un elenco di date e avvenimenti, freddo e inutile, se si desiderava capire come vivevano le persone dell’epoca. Penso sia questo uno dei principali motivi delle mie profonde lacune in storia. D’accordo, mi riducevo anche all’ultimo a studiarla… Però, soprassedendo su questi particolari imbarazzanti, devo dire che ricordo davvero poco, pur avendo ripetuto gli stessi argomenti dalla scuola elementare al liceo. Un periodo particolarmente bistrattato è quello contemporaneo: arrivati in ritardo sulla tabella di marcia, la Seconda guerra mondiale non sarebbe stata altro che un guazzabuglio di date e battaglie, se non fosse stato per i racconti di mio nonno. Ascoltare la storia da chi l’ha vissuta è un gran privilegio. Leggendo questo libro, potrete vantarvi del medesimo privilegio riguardo alla preistoria…

uomoscimmia Continua a leggere