La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi


Lascia un commento

Tra razionalità e stregoneria

Articolo pubblicato su Rivista Micron.

 

Siamo abituati alla Silvia Bencivelli saggista, giornalista scientifica che collabora con riviste, radio e televisioni: per questo il suo esordio come romanziera è accompagnato da tanta curiosità. Malgrado il disclaimer finale, che chiarisce come questo non sia un libro autobiografico e che la maggior parte degli avvenimenti e delle persone di cui parla è di fantasia, si capisce che c’è tanto di lei in Alice.
Una storia di battibecchi divertenti tra persone che hanno una visione diversa del mondo, della vita, del futuro che desiderano per sé e per i figli, ma nonostante questo sanno apprezzare i rispettivi momenti di cooperativa lucidità. Piacevole come un romanzo, rigoroso come un saggio, si rivela una lettura estremamente godibile.

Continua a leggere

Annunci


2 commenti

E se fossi tu a indossare il camice bianco? Un caso giudiziario, visto con gli occhi di un medico

Siamo sempre più abituati a leggere articoli su casi di malasanità, o ai servizi del telegiornale che gridano allo scandalo. Ma quanto c’è di vero? Nel nostro Paese, purtroppo, il solo fatto di ricevere un avviso di garanzia rende l’imputato già da condannare, con tanto, magari, di titoli a nove colonne. Qualunque sia l’accusa, non ci si fa scrupolo a demolire la reputazione di una persona. E se questa non fosse davvero colpevole? In questo caso, niente scuse, nessuno si preoccupa di riabilitarla e la notizia dell’assoluzione si merita al massimo un trafiletto in una qualche pagina interna. Per questo, e per il fatto di essere cresciuta con “un medico in famiglia” (e non mi riferisco al Dottor Martini), mi ha incuriosita l’idea di leggere una vicenda raccontata dagli occhi di chi il camice, invece di temerlo, lo indossa.

reatocura Continua a leggere