La rana che russa

L'anfibio fra due mondi: lo stagno degli scienziati e la terra dei curiosi

Disclaimer gracidante

Se sei capitato per caso su “La rana che russa”, ecco qualche informazione utile per orientarti.

Di cosa scrivo?
In questo blog la rana si diletta a recensire libri di scienza e divulgazione, inserendo qua e là anche qualche lettura “aliena” (non di sola scienza si nutre l’anfibio). Dopo aver scritto una tesi sulla divulgazione della fisica, da accanita lettrice quale sono sempre stata, mi sono appassionata al genere e ho deciso di approfondirlo. Tutti i testi citati sono stati prima letti per intero, se non diversamente specificato. Per questo, l’assiduità dei post dipende da quanto riesco a immergermi tra le pagine in quel periodo e da quanto l’opera stessa sia o non sia motivante. Raramente descrivo in maniera approfondita la trama: se è quella che cerchi, potrai stanarla nei risvolti di copertina o nei siti di case editrici e di acquisti online. Mai, e dico mai, troverai spoiler. Il mio tentativo è quello di farti capire, tramite il mio parere e le mie parole, se il libro “X” potrebbe piacerti. Non che abbia l’ardire di leggerti nella mente, ma, nel marasma dei testi di scienza che si possono trovare, provo a evidenziare quali sono i pregi e i difetti di quelli che ho assaporato. Sta poi a te, che conosci la tua fame libresca, stabilire se iniziare ad assaggiarli. La rana potrà anche russare, ma cerca di consigliarti libri che non siano soporiferi!

 

Come scelgo le letture?
L’ordine e la scelta con cui mi approccio a tomi e libelli sono assolutamente arbitrari. Semplicemente, cerco il libro giusto per me per quel momento. Il che significa, a volte, abbandonare alcune letture per riprenderle più avanti, oppure mai. vignettalinusNessuno mi impone scadenze, ma, se questo dovesse mai succedere, lo preciserò nel o nei post dedicati al libro. Può capitare che un autore o una casa editrice mi inviino una copia gratuita, ma questo non influenza in alcun modo la mia scelta di recensirlo, né l’indipendenza della mia recensione: se non mi è piaciuto, scriverò i motivi per cui mi ha delusa. In ogni caso, per trasparenza, lo specificherò apertamente nel post.

Nella pagina “La libreria dello stagno” trovi tutti i testi letti a partire dal 2016 e alcuni di quelli che ho sul comodino (e sulla scrivania, sulla libreria, nel computer…), con sempre nuove aggiunte.

 

Leggeresti quel libro?
Se sei un autore o una casa editrice e vuoi contattarmi, puoi scrivermi a laranacherussa@gmail.com.
Annunci